YACHTGARAGE

Yactgarage is the best solution for shipyardsolution, building and design.

Contact

Via Pietro Nenni 13 82100 Benevento (IT) +39 | 3453409350 Mon-Sat, 9:00 am-7:00 pm Mail us info@yachtgarage.com

Follow Us

Image Alt

Norme Ambientali per Cantieri Navali

  /  Normative   /  Norme Ambientali per Cantieri Navali
Norme Ambientali per Cantieri Navali

Norme Ambientali per Cantieri Navali

Le Norme Ambientali per Cantieri Navali sono regolate dalla normativa  Dl 152/2006 che , in vari articoli, determina quali siano i comportamenti da attuare (procedure) e gli adeguamenti da effettuare per adeguarsi.
Nello specifico la normativa prevede che ad attività diverse corrispondano adeguamenti diversi.
Per non allargare troppo il discorso  elenco gli aspetti che vanno tenuti in considerazione per i cantieri navali ( sia di produzione che di rimessaggio). La prima cosa che è necessario fare è quella di far redigere ad un tecnico (R.S.P.P.) una V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale) nella quale vengono analizzate tutte le lavorazioni e le procedure che vengono fatte in cantiere al fine di valutare quali e quanti siano i contaminanti prodotti.
Come ben sappiamo le operazioni che vengono sicuramente effettuate in cantiere sono:
  • ALAGGIO IMBARCAZIONE
  • PULIZIA CARENA CON ACQUA AD ALTA PRESSIONE
  • MOVIMENTAZIONE IMBARCAZIONE
  • TACCAGGIO
  • SOSTA ALL’APERTO O AL COPERTO
  • MOTORI
  • CARENA
  • OPERA VIVA
  • OPERA MORTA E SOVRASTRUTTURA
  • MOVIMENTAZIONE IMBARCAZIONE
  • VARO
A queste si possono aggiungere delle manutenzioni straordinarie quali ad esempio:
  • SABBIATURA
  • VERNICIATURA
  • SOSTITUZIONE COPERTA
  • ALTRO

 

Nella V.I.A. che preparerà il tecnico verranno fatte delle valutazioni sia di carattere qualitativo che quantitativo in quanto la norma prevede che ci siano differenze anche in funzione delle quantità di contaminanti prodotti. Per effettuare la valutazione si parte dalle fatture di acquisto di vernici, degli anodi, delle batterie, dell’olio motore, dei filtri e di tutto l’altro materiale di consumo.
Una volta che si sono individuate le lavorazioni che producono contaminanti e le quantità di contaminanti prodotti si può procedere ad effettuare una valutazione su cosa serva al cantiere per essere conforme alla norma. Nello specifico:
continua a leggere l’articolo…